Il ‘Crus’ e il ‘Cao’,“perché non loro?”. C’è una risposta

La doman­da nel tito­lo è volu­ta­men­te pro­vo­ca­to­ria. “Per­ché non il ‘Crus’ e Ortel­li?”. Il rife­ri­men­to, ovvia­men­te, è al tan­dem tici­ne­se che ha gui­da­to (bril­lan­te­men­te) – tra­ghet­ta­to, in ger­go – il Luga­no nel con­fron­to di Cor­na­re­do con­tro il Basi­lea. Non sono arri­va­ti i tre pun­ti, cer­to, ma pre­ten­der­li era for­se ecces­si­vo e smi­su­ra­to. Ma la doman­da che in mol­ti si sono posti – quel­la del tito­lo – è piut­to­sto leci­ta. Ma c’è anche una risposta…

Mat­tia Cro­ci-Tor­ti e Cao Ortel­li, tici­ne­si ‘DOC’, cono­sco­no la piaz­za, l’ambiente e spo­glia­to­io. E piaz­za, ambien­te e spo­glia­to­io cono­sco­no alla per­fe­zio­ne i due. Potreb­be­ro, dicia­mo così, anche esse­re i can­di­da­ti idea­li ver­so la nuo­va pro­prie­tà del Luga­no, ma il ‘Crus’ sta anco­ra com­ple­tan­do i cor­si per il paten­ti­no e non può anco­ra alle­na­re ‘in soli­ta­ria’ nel mas­si­mo campionato.

Qual­cu­no, uscen­do da Cor­na­re­do, avan­za­va anche la con­si­de­ra­zio­ne che “è trop­po bra­vo a fare il vice alle­na­to­re”. E non si può nem­me­no dar­gli tor­to. In pochi, lo assi­cu­ria­mo, cono­sco­no il cal­cio sviz­ze­ro come lo cono­sce Cro­ci-Tor­ti, risor­sa pre­zio­sa nel­lo staff di qua­lun­que allenatore.

Non sognia­mo. Il nome del nuo­vo alle­na­to­re del Luga­no sarà pre­sto comu­ni­ca­to. Crus o Ortel­li con­ti­nue­ran­no con le rispet­ti­ve man­sio­ni, con­sa­pe­vo­li che – quan­do ci sarà biso­gno di loro – sapran­no dire la loro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: