Livio Bordoli: “Lucic, potenziale enorme. Dos Santos ha fatto più di un miracolo. E il Collina è troppo forte”

Inter­ve­nu­to alla ‘Not­te degli Oscar’ del Salot­to del cal­cio regio­na­le, il respon­sa­bi­le tec­ni­co del­la FTC Livio Bor­do­li ha affron­ta­to diver­si temi, par­ten­do da quel­lo del­l’e­sa­spe­ra­zio­ne vista sui cam­pi ticinesi.

“Vedo mol­ta più esa­spe­ra­zio­ne che non fa bene al cal­cio tici­ne­se. Si cer­ca sem­pre l’alibi, si cer­ca di pun­ta­re il dito con­tro gli arbi­tri. Tut­ti voglio­no vin­ce­re e otte­ne­re risul­ta­ti. È giu­sto che sia così. Vin­ce­re è sem­pre bel­lo ma il fair play è anda­to a far­si bene­di­re”, ha esordito.

“Dos Santos merita un grande applauso”

Par­lan­do di Asco­na, Livio Bor­do­li – arte­fi­ce, lo ricor­dia­mo, del­la sca­la­ta in Super Lea­gue del Luga­no – ha spe­so paro­le d’e­lo­gio all’in­di­riz­zo del tec­ni­co asco­ne­se Vitor Dos San­tos. “Dos San­tos non ha fat­to un mira­co­lo. Ha fat­to di più. Il grup­po è impor­tan­te, ma Vic­tor meri­ta di esse­re cita­to. È un alle­na­to­re umi­le che ha por­ta­to l’Ascona dal­la Secon­da alla Secon­da Inter­re­gio­na­le ed era pure pri­mo in clas­si­fi­ca. Meri­ta un gran­de applauso”.

“Lucic, un potenziale enorme”

“A me fa rab­bia vede­re Mario in que­ste cate­go­rie. Non cen­tra nul­la que­ste cate­go­rie. Ave­va un poten­zia­le enor­me. Dico ave­va per­ché ormai quel­lo che ha fat­to ha fat­to. Ma era uno dei por­tie­ri più for­ti che ave­va­mo a livel­lo sviz­ze­ro. Io ero con­vin­to che pote­va fare un’altra car­rie­ra. Un por­tie­re così for­te sul­la linea di por­ta non l’ho visto spes­so. La tira­ta d’orecchie se la meri­ta, ma sa anche lui che dove­va e pote­va fare di più. Lui è il 50% del­la squa­dra. Mi dispia­ce non veder­lo su altri campi”.

Collina troppo forte

“Il Col­li­na ha una qua­li­tà incre­di­bi­le. È trop­po for­te. È una squa­dra che potreb­be star­ci benis­si­mo nei pia­ni alti di 2LI. Non vedo pun­ti debo­li nel Col­li­na. Ha un alle­na­to­re paca­to e mai sopra le righe, la socie­tà è ambi­zio­sa e la vedo dura per le altre squa­dre. Non ha un pas­so ma due in più del­le altre”.

Stefani non si tira indietro

“Fac­cio i com­pli­men­ti ad Ame­deo per­ché final­men­te vedo un alle­na­to­re che non si tira indie­tro e non è un fal­so umi­le. Que­sto gli fa onore.”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: