Monteceneri, Borsieri: “Serve convinzione. Ci proveremo fino alla fine. Occhio a Vacallo e Rancate”

Approfittando della pausa invernale del calcio regionale, abbiamo scambiato due chiacchiere con Mauro Borsieri, allenatore del Monteceneri (Terza Lega)

Mister, puoi dirti soddisfatto dell’andata dei tuoi?

“Delle prestazioni sono contento di alcuni risultati meno. Abbiamo perso o pareggiato partite che avremmo potuto e soprattutto dovuto vincere, complicando un po’ la classifica”.

Le molte defezioni hanno sicuramente influito sul rendimento…

“Gli infortuni capitano in tutte le squadre, noi siamo stati sfortunati perdendo praticamente quasi tutto il reparto d’attacco nello stesso momento e l’abbiamo pagato caro. Ma quando si sbagliano o si prendono certi goal non e’ colpa degli infortuni”.

Dove deve assolutamente migliorare la tua squadra?

“Nella convinzione. Non bastano le parole, bisogna fare dei sacrifici, ma farli per davvero. Essere disposti a mangiare fango e fare fatica in certi momenti poi porta a grandi soddisfazioni. Se tutti arriveranno con una convinzione ancora maggiore, beh allora potremo divertirci parecchio”.

Che Monteceneri vedremo nel girone di ritorno?

“Vedremo, qualcosa forse cambierà, ma sicuramente giocheremo a calcio. Ci proveremo dall’inizio alla fine. Passa tutto dal gioco, senza quello non si va da nessuna parte”.

Melide, Giubiasco e Ligornetto sono alla portata?

“E’ un campionato complicatissimo, tutte le partite possono essere insidiose. Melide e Giubiasco giocano bene. È inutile negarlo, ma di certo non partiamo battuti, questo è’ sicuro”.

Quale la squadra che ti ha colpito di più?

“Ripeto che tutte le squadre sono valide, penso a comano o Riva, avversari sempre complicati, ma escludendo chi ci sta per giusto merito davanti, faccio due nomi: Vacallo squadra che considero valida e Rancate, perché malgrado tutte le attenuanti del caso ci hanno dimostrato che con il cuore si può mettere in difficoltà chiunque”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: