Dentro lo Stella Capriasca con mister Admir Batlak: “Lecito aspettarsi di più. Il derby perso brucia ancora”

Mister, puoi dirti soddisfatto di come è andata la prima parte di stagione?

“Sicuramente no, nel senso abbiamo fatto dei innesti importanti quest’estate nella nostra rosa sperando che potevamo dire la nostra già da subito in un campionato molto omogeneo, purtroppo non abbiamo fatto i conti con il fatto che ci vuole del tempo per conoscersi ma sopratutto per amalgamare il tutto. A questo aggiungo anche il fatto che abbiamo avuto assenza lunghe per infortunio e squalifiche presto fatto non raccogliere i punti che ci eravamo prefissati”.

Dall’esterno, alla luce della campagna estiva di mercato, era lecito attendersi qualcosa in più?

“Assolutamente si, sono stati sicuramente dei innesti molto importanti per una realtà come lo Stella Capriasca ma è altrettanto vero che questi giocatori hanno sposato la filosofia Stella perché hanno dei impegni extra calcistici che non gli permettono di essere sempre presenti agli allenamenti ma sopratutto alle partite. Di questo ne eravamo a conoscenza per quello che dico avremo potuto avere qualche punto in più se non ci fossero questi impegni extra calcio”.

Le carte per fare un ritorno da protagonista, però, ci sono…

“Diciamo almeno che lavoriamo per quello, siamo una società che da anni lotta per il mantenimento di categoria e sicuramente dall’oggi al domani cambiare questo tipo di mentalità non sarà facile. I nuovi acquisti hanno portato qualcosa in più e questo lo vediamo non solo in campo ma anche nel contesto della società. Tutti giocatori / staff e società siamo pronti a fare un grande ritorno anche perché con gli sforzi forniti meritiamo qualcosa in più.”

Delle cinque sconfitte quale quella che fa più male?

“Una sconfitta che ricordo particolarmente è quella contro l’Origlio Ponte-Capriasca in casa, in un derby bello ma sicuramente dove avremmo potuto fare molto meglio e portare un risultato positivo a casa. Dico questo perché durante tutto il girone d’andata non ho quasi mai avuto modo di mettere la stessa squadra in campo per motivi di assenza o altro. Naturalmente questo comporta un tempo d’adattamento per l’integrazione di tutti”.

Che Stella Capriasca vedremo nel girone di ritorno?

“Mi auguro prima di tutto che possiamo ricominciare viste la situazione pandemica, piacerebbe continuare a lavorare in questo modo raccogliendo finalmente i punti che meritiamo. Faremo il necessario per farci trovare pronti e combattere con tutti”.

Movimento di mercato?

“Per ora tutto fermo, qualche contatto c’e stato ma nulla di ufficiale. Il nostro e un lavoro da lunga data con i giocatori interessati”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: