Solduno, mister Demir: “Vi presento gli innesti. Tre partite mi ‘tormentano'”

Intervista a Samuele Demir, allenatore del Solduno

Mister, la classifica dice terzultimo posto. A fronte di un inizio convincente, cosa è mancato nel resto dell’andata?

“Esperienza, un pizzico in più di fortuna, ma soprattutto attaccanti di ruolo – finalizzatori
Contavamo su Durdevic che è tornato a Ravecchia, ora a Locarno, rispettivamente il nostro bomber Soeiro è stato bloccato per problemi di pubalgia tutto il girone di andata”.

Il risultato è comunque in linea con le vostre aspettative?

“Le aspettative sono quelle di consolidare la categoria e permettere ai nostri giovani di maturare esperienza in II Lega; al momento ci siamo, ma l’obbiettivo è ora migliorare i 12 punti conseguiti e fare tesoro di diverse dinamiche che ci hanno penalizzato il girone di andata e dunque essere più concreti e cinici”.

Su cosa dovrai insistere in questa preparazione?

“Insisteremo dal punto di vista fisico, tecnico e tattico, senza tralasciare la parte ludica e il cimentare maggiormente lo spirito presente in Squadra, visti anche i nuovi arrivi, giocatori e staff, così da farci trovare pronti a marzo”.

Calciomercato

Lencys Quevedo (portiere classe 1998 dal Gambarogno), Giuliano Destici (attaccante classe 1998 dal Brissago), Gabriele Ingignoli (attaccante classe 2002 dalla S.D Calcio Vogogna)

Ulteriori movimenti?

“Stiamo definendo altri due innesti che ci auguriamo di presentare nelle prossime settimane, così come si stanno monitorando altre situazioni che potrebbero completare l’organico presente”.

Calendario amichevoli

“Nell’ordine: Team Ticino U18, Losone, Ascona, Semine, Moderna, Gordola”

Quale squadra vi ha impensierito di più?

“Se guardo il risultato finale dico Balerna, se invece penso a livello di presenza in campo e gioco, Collina a parte, dico Castello”.

Quale la partita che ti ‘tormenta’ ancora?

“Mi dispiace non aver vinto con il Coldrerio in casa, ma dispiace di più non aver almeno pareggiato le partite contro Agno e Sementina, entrambe perse di misura, immeritatamente. Questo è il calcio, chissà, al ritorno è anche possibile riprenderci qualche punto”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: