Melide campione, la gioia di mister Shala: “La 2a sarà stimolante, sono orgoglioso di questo gruppo. Devo dire grazie a mio fratello Rijat”

Con tre giornate d’anticipo, il Melide di Mirsad Shala si è messo in tasca il titolo di campione del Gruppo 1 di Terza Lega. Un successo meritato, mai in discussione e figlio di un gruppo capace di stupire partita dopo partita. Con l’allenatore dei gialloblù abbiamo parlato di questa fantastica stagione.

Mister, successo meritatissimo e che corona una stagione splendida. Quali sono le tue sensazioni a mente fredda?

“Semplicemente di felicità! Sono orgoglioso di allenare un gruppo davvero fantastico, sotto tutti i punti di vista”.

Dominando il campionato, c’è un momento che più degli altri ti ha consegnato la consapevolezza di potercela fare?

“Parto dal presupposto che non è facile vincere i campionati, anzi! Noi l’abbiamo fatto e aggiungo, senza presunzione, egregiamente. La consapevolezza di potercela fare è cresciuta partita dopo partita ma se devo citare un momento preciso allora indico la partita di coppa Ticino contro il Collina d’Oro; perdemmo 2:1 ma abbiamo giocato alla pari contro una squadra di assoluto valore, che ha dominato il campionato di 2a lega! Anche le prestazioni offerte durante le amichevoli invernali, contro squadre di 1a e 2a lega, mi avevano dato ottime risposte”.

Islamaj, Mascazzini, Rijat, Noris. Sono solo alcuni dei valori chiave del Melide. Il vostro è un successo di gruppo…Quando hai preso in mano la squadra, ti aspettavi di tornare presto in Seconda Lega?

“Già la stagione precedente 2020/2021, conclusa al 4° posto, sentivo di avere a disposizione un ottimo effettivo. Allenamento dopo allenamento siamo cresciuti offrendo, oltre ai risultati, anche un’idea di calcio basta su alcuni principi di gioco che ho cercato di inculcare nella mentalità di ogni singolo giocatore. I nomi che hai citato sono un lusso per la categoria e hanno aiutato, con le loro indubbie qualità, molto la squadra ma non dimentico gli altri 19 che sono stati anche loro fondamentali nella vittoria del Campionato; è stato, appunto, un successo di gruppo! Approfitto dell’intervista per ringraziare pubblicamente mio fratello Rijat che con la sua esperienza è stato determinante nel creare il giusto feeling tra staff tecnico e giocatori.
Alla domanda “se mi aspettavo di tornare presto in Seconda Lega” rispondo di sì per i motivi che ho citato sopra”.

Adesso arriva il bello in Seconda. La sua sembra una squadra che potrà togliersi delle soddisfazioni anche col nuovo campionato…

“Il campionato di seconda lega lo conosco bene perché ho già allenato in questa categoria due società importanti come il Malcantone ed il Rapid Lugano. Ci aspetta una stagione impegnativa ma anche molto stimolante, le squadre che andremo ad affrontare saranno tutte molto attrezzate. Sono convinto che con la rosa attuale possiamo dire la nostra anche in 2a lega; con la speranza che nessuno dei nostri decida di cambiare squadra, sarebbe un peccato perché mi dispiacerebbe moltissimo”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: