Rapid Lugano, ‘pres’ Rusconi: “Nella salvezza e negli uomini ho sempre creduto”

La stagione del Rapid Lugano in Seconda Lega ha due facce. La prima: scura e poco esaltante. La seconda: frizzante e travolgente. I biancoblù del presidente Claudio Rusconi hanno svolto una seconda parte di stagione che dai bassi fondi della classifica si è tramutata in salvezza piena, conquistata in anticipo e con ampi meriti.

E proprio con il tifoso numero del club abbiamo scambiato due parole a cavallo tra la fine della stagione e l’inizio di quella nuova. “Effettivamente – dice -, è stata una stagione un po’ particolare. Alla fine, possiamo dirci soddisfatti per la reazione dimostrata nella seconda parte di stagione”.

L’ARTICOLO COMPLETO SARÀ PUBBLICATO SULLA RIVISTA CALCIO TICINESE (QUI PER ABBONARTI)

Sulle difficoltà dell’andata parte l’analisi del presidente. “A fine girone d’andata avevamo analizzato la situazione e le difficoltà palesate. Per una parte, avevamo anche espresso un buon gioco, non riuscendo tuttavia a portare a casa i punti che meritavamo. Poi, quando le cose non girano, la situazione si è fatta più difficile con una conseguente posizione in classifica non auspicata. Abbiamo quindi affrontato tra dirigenti e mister la questione e, confermando l’allenatore nella sua funzione, abbiamo posto alcuni correttivi, ritornando, in un certo senso, allo stile di gestione che anche in passato ci aveva portato bene. Abbiamo potenziato lo staff tecnico. Alcuni giocatori avevano nel frattempo preferito lasciare la società. Chi per opportunità di giocare in categorie superiori (comprensibile), chi magari perché non interessato a soffrire per salvare la categoria. Abbiamo invece acquisito giocatori più idonei al nostro profilo societario, che oltre ad accrescere il livello tecnico della squadra, ha contribuito a portare nuovo entusiasmo e rendere l’ambiente in squadra molto buono, un aspetto fondamentale”.

I momenti di scoramento non sono mancati, ma “ho sempre creduto che ce l’avremmo fatta. Per riuscire era necessario cambiare atteggiamento da tutte le parti. Così è stato”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: