Dal Ticino alla Serie A: Ceesay fa tremare l’Inter. Lovric debutta a San Siro

Un punto in quattro partite. Lo Zurigo campione in carica annaspa in questa prima fase di campionato ed è ancora alla ricerca di se stesso. Gli occhi di mezza Europa erano/sono puntati sul gioiellino Gnonto, che dopo l’esordio con la Nazionale italiana sembrava destinato al grande salto. E invece è restato al Letzigrund mettendo insieme zero reti e numeri poco esaltanti. Come i 90’ passati in panchina nel turno di qualificazione di Conference League vinto per 3-0 dai suoi.

Maggiore fortuna l’ha trovata Assan Ceesay, che dopo una stagione esaltante è approdato in Serie A per aiutare il Lecce nella corsa alla salvezza. L’ex Chiasso e Lugano ha bagnato l’esordio con il gol all’Inter che ha illuso i pugliesi di poter pareggiare, prima dell’1-2 all’ultimo respiro firmato da Dumfries. Una partenza niente male per un attaccante che ha fatto del senso del gol e dell’umiltà i propri tratti distintivi per costruirsi la carriera.

Da una milanese all’altra. Se Ceesay ha fatto tremare l’Inter, l’ex Lugano Sandi Lovric ha esordito in Serie A a San Siro, nel 4-2 con cui il Milan ha sconfitto il suo Udinese. 14’ di gioco per un giocatore che con il bianconero cucito addosso ha saputo sempre stupire.

Ceesay e Lovric sono l’emblema di un calcio ticinese e svizzero che spesso sa essere riconoscente e appagante, se solo smettessimo di considerarlo un campionato per gente incompiuta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: