Anteprima Calcio Ticinese. Spiderman, ma anche Peter Pan: Cataldo continua a volare

*L’intervista completa verrà pubblicata sulla rivista Calcio Ticinese (qui per abbonarti)

Capitano, anima, simbolo e motore. Andrea Cataldo è questo e tanto altro per il FC Mendrisio. Il portiere momò ha vissuto un 2022 ricco di soddisfazioni. Al Comunale dal 2009, Cataldo è uno dei volti più rappresentativi del club del ‘Magnifico Borgo’, oggi primo in classifica nel Gruppo 4 di Seconda Lega Interregionale.

Soddisfazioni, dicevamo. Sì, la classifica in primis. Ma anche anche diversi record e statistiche di cui andare particolarmente fieri. E allora andiamo con ordine: a fine settembre scorso, ‘Superman’ Cataldo – in occasione del derby contro il Gambarogno-Contone – ha mantenuto inviolata la propria porta per la centesima (100!) volta con i colori del Mendrisio. Mica roba da tutti. C’è di più: poco meno di due mesi altra ‘bandierina’ da impiantare nel curriculum del portiere classe 1983: prima della pausa natalizia arrivano le 300 presenze con il Mendrisio. Nel frattempo, i clean sheet con la maglia momò sono diventati 103. E il viaggio continua.

“Ho ancora fame”, ci dice. E allora partiamo riavvolgendo il nastro del tempo che passa. “300 sono davvero tante eh (ride ndr). Quali partite ricordo con più piacere? Sicuramente il derby contro il Chiasso vinto in Prima Lega. Fu una partita spettacolare. Erano anni che il Mendrisio non batteva il Chiasso. Non posso non citare anche la partita di Coppa Svizzera al Comunale contro il Basilea. Giocammo contro un Basilea fortissimo, da anni in pianta stabile in Champions League”.

C’è anche una terza partita che capitan Cataldo ricorda. “Contro il Red Star in Prima Lega. Fino all’82 esimo eravamo sicuri di fare le finali, poi arrivò il loro pareggio su rigore. Furono loro ad andare alle finali. Ricordo bene la sensazione a fine partita, ma meglio se non la commentiamo insieme (altra risata, ndr)”.

ABBONATI ALLA RIVISTA

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: